La Comunità Montana

 

Ai sensi della Legge Regionale 27.06.2008, n. 19, con Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 6480 del 26.06.2009, è stata costituita la COMUNITA' MONTANA VALLE SERIANA - ZONA OMOGENEA N. 8 per fusione della Comunità Montana Valle Seriana Superiore e della Comunità Montana Valle Seriana.

La sede è stata fissata a Clusone, Via S. Alessandro n. 74, con ufficio distaccato ad Albino in Viale Libertà n. 21.

Il territorio dell’Ente comprende i Comuni di:

Albino, Alzano Lombardo, Ardesio, Aviatico, Casnigo, Castione della Presolana, Cazzano Sant'Andrea, Cene, Cerete, Clusone, Colzate, Fino del Monte, Fiorano al Serio, Gandellino, Gandino, Gazzaniga, Gorno, Gromo, Leffe, Nembro, Oltressenda Alta, Oneta, Onore, Parre, Peia, Piario, Ponte Nossa, Pradalunga, Premolo, Ranica, Rovetta, Selvino, Songavazzo, Valbondione, Valgoglio, Vertova, Villa di Serio, Villa d'Ogna.

 

La Comunità Montana sottolinea il valore storico, culturale, ambientale e sociale della dimensione unitaria, ma riconosce e favorisce, in relazione all’ampiezza e peculiarità del territorio nonché alle esigenze della popolazione, l’aggregazione legata agli ambiti: Altopiano-Presolana (Castione della Presolana, Cerete, Clusone, Fino del Monte, Onore, Rovetta e Songavazzo), Asta del Serio (Ardesio, Gandellino, Gromo, Oltressenda Alta, Piario, Valbondione, Valgoglio Villa d’Ogna), Nossana-Val del Riso (Gorno, Parre, Oneta, Ponte Nossa e Premolo), Medio-Serio (Aviatico, Cene, Colzate, Fiorano, Gazzaniga, Selvino e Vertova), Valgandino (Casnigo, Cazzano Sant’Andrea, Gandino, Leffe e Peia), Basso Serio (Albino, Alzano Lombardo, Nembro, Pradalunga, Ranica e Villa di Serio), con particolare attenzione ai servizi intercomunali.

La Comunità Montana, in aderenza ai principi dello Statuto d’Autonomia della Lombardia, che riconosce la specificità del territorio montano, ha per fine essenziale la tutela, la valorizzazione e lo sviluppo delle zone montane e la promozione dell'esercizio associato delle funzioni comunali.

 

La Comunità Montana si prefigge gli scopi indicati nelle leggi istitutive e, in particolare:

a. esercita le funzioni delegate dai Comuni, dalla Provincia e dalla Regione;

b. costituisce punto di coordinamento e di supporto, per l'esercizio di una pluralità di funzioni e di servizi, all'attività amministrativa dei Comuni associati;

c. promuove l'esercizio associato di funzioni e servizi comunali, con particolare riguardo agli ambiti;

d. fornisce alla popolazione, riconoscendo il servizio che essa svolge a presidio del territorio, gli strumenti necessari a superare le condizioni di disagio che possono derivare dall'ambiente montano e ad impedire lo spopolamento del territorio ed i fenomeni di disgregazione sociale e familiare che ne conseguono;

e. predispone, attua e partecipa a programmi ed iniziative intesi a difendere il suolo, a proteggere la natura, a dotare il territorio di infrastrutture, di servizi sociali, atti a consentire migliori condizioni di vita ed a promuovere la crescita culturale e sociale della popolazione;

f. individua ed incentiva le iniziative idonee alla valorizzazione delle risorse attuali e potenziali della zona, nell'intento di sostenere, sviluppare ed ammodernare l'agricoltura del suo territorio;

g. opera nei settori artigianale, commerciale, turistico ed industriale, per il superamento degli squilibri esistenti;

h. tutela il paesaggio, il patrimonio storico, artistico e culturale, ivi comprese le espressioni di cultura locale e tradizionale.

 

La Comunità Montana nell'elaborazione e nell'attuazione dei propri indirizzi, piani e programmi, sollecita e ricerca la partecipazione dei Comuni, dei cittadini e delle forze sociali, politiche, economiche e culturali operanti sul territorio.

 

La Comunità Montana armonizza e realizza i propri obiettivi attraverso la formulazione e l'attuazione del piano pluriennale di sviluppo socio-economico e dei piani pluriennali di opere ed interventi anche con riferimento ai singoli ambiti; tali strumenti hanno durata rispettivamente decennale e triennale.